[xml][/xml]

I venti del Lago di Garda e il campo di regata alla Fraglia Vela Malcesine


ULTIME NEWS

Campionato Europeo Waszp alla Fraglia Vela Malcesine, Lago di Garda

Campionato Europeo Waszp alla Fraglia Vela Malcesine Dal 16 al 20 luglio 2019, presenti alla Fragli ...

Leggi tutto
Foiling Week 2019 sul lago di Garda alla Fraglia Vela Malcesine

Dall'11 al 14 luglio presenti alla Fraglia Vela Malcesine più di 130 barche foil, provenienti da tut ...

Leggi tutto
Così è nata la Foiling Week

di Luca RizzottiCeo e fondatore della Foiling Week, Presidente della Classe Italiana Moth I Moth, d ...

Leggi tutto

PROSSIME REGATE

Waszp European Championship 2019

Classe Waszp

INFO
Euro Cup Esse 8.50 2019

Classe 8.50

INFO
Trofeo Simone Lombardi 2019

Classe optimist

INFO

I venti del Lago di Garda e il campo di regata alla Fraglia Vela Malcesine

Come nasce il vento sul Garda e che caratteristiche ha? Ce lo racconta Gerard, il nostro nostromo.

Se al ritorno da una vacanza sul lago di Garda qualcuno vi chiedesse cosa vi sia rimasto più impresso, probabilmente raccontereste del panorama mozzafiato, del clima speciale, dell’accoglienza delle persone, della facilità con cui poter praticare numerosi sport outdoor… ma in pochi direbbero il vento.

E proprio uno dei fattori che diamo maggiormente per scontato è allo stesso tempo uno dei più importanti.

 

Vento

 

Il movimento costante delle correnti d’aria attraverso il fiordo del nostro lago se per chi pratica la vela agonistica è una conoscenza fondamentale, per chi lo sport della vela lo segue e se ne appassiona senza partecipare attivamente non lascia immaginare che dietro ci sia tanto altro.

Ci sono molti fattori da considerare sia prima che durante l’uscita in barca a vela. Facciamocelo raccontare da chi ne sa davvero; Gerard: il nostromo della Fraglia Vela Malcesine.

Óra e Pelér, i venti del Lago di Garda

Gerard è una di quelle persone che si conoscono per prime alla Fraglia e sulla quale da subito si può fare affidamento. Ricevere un consiglio o un avvertimento sulle condizioni meteo fa la differenza nell’ambiente velico. La sua esperienza è riconosciuta da tutti e pochi in questi anni non sono passati da lui a complimentarsi appena terminata una regata. Infatti la preparazione e la gestione del campo di regata è tutto.

 

Gerard

 

Gerard: “Per Malcesine e il lago di Garda la parola vento significa Pelér e Óra”.

Pelér indica il caratteristico vento da nord che con andamento da destra si rinforza contemporaneamente allo scendere verso il basso lago. “Risulta più forte d’intensità sulla sponda bresciana in corrispondenza di Capo Reamol oppure poco più a sud della Fraglia lungo il rettilineo verde dell’atterraggio dei parapendii”, ci dice Gerard. “Soffia la mattina e raggiunge anche i 20-22 nodi ma ci si può divertire tranquillamente con 16-18 nodi e fare degli ottimi allenamenti o delle bellissime prove di regata”.

Óra invece indica l’ancor più noto vento da sud che contraddistingue il Garda e lo rende così unico. Nasce nelle ore più calde del giorno dalla Pianura Padana per poi risalire e influenzare tutto il territorio a nord del lago e oltre fino nella valle dell’Adige. “L’Óra è solitamente tra i 14-15 nodi, crea un pò di onda ma mai eccessiva” spiega e ci rivela una curiosità tecnica:”se l’Óra soffia molto dal lato destro a Navene, a Riva arriverà con un cambio netto di lato quindi ci si aspetta un’Óra da sinistra”.

I due venti, quasi come un passaggio di consegna, puntualmente si alternano e questo fa si che si possa navigare tutto il giorno. È proprio questo il motivo per cui siamo considerati la palestra della vela, l’appuntamento fisso per ogni campione nel proprio programma agonistico, lo Spot con la S maiuscola per dirla all’inglese, dove navigare ed allenarsi tutto l’anno con condizioni costanti e regolari!

 

Vento&Onde

 

Ci racconta: “Le direzioni rimangono costanti tutto l’anno per la conformazione tipica delle coste, mentre l’intensità varia a seconda della stagione. Nei mesi non troppo caldi la termica funziona molto bene: se in montagna invece comincia a non esserci escursione termica e la notte rimane ad una temperatura di 20 gradi quasi come il giorno, si è in una situazione sfavorevole per la creazione del vento”.

La costanza dei venti sul lago non riguarda solamente la direzione e l’alternanza ma anche la modalità con cui si sviluppano; in altre parole se il vento è entrato con direzione destra, dopo si sposta e soffia nell’area centrale ed infine si sposta verso centro-sinistra; attenzione, è il segnale che il vento sta per finire!

Per quanto riguarda le regate, per Gerard è fondamentale prima di uscire in acqua immaginare il percorso completo che affronteranno le barche e visualizzare in anteprima le accortezze tecniche per il posizionamento delle boe.

Una delle prime misure da sapere è la larghezza della linea di partenza”, che dipende dal numero di partecipanti ma anche e soprattutto dalla classe velica, “in base a questa si posiziona la boa di bolina nell’angolo più a sinistra possibile e di conseguenza si ottiene la distanza dove ormeggiare la nave giuria”. In questo modo si ottengono i migliori bordi possibili per la navigazione e mettendo la boa di bolina e di poppa diritte sulla stessa linea si evita un campo di regata monobordo.

 

Gerard in regata

 

Un altro fattore importante da sfruttare è il vantaggio del sottocosta a livello massimo. Significa che le barche in regata passando il più possibile vicino alla costa e quindi alla Fraglia avranno garantito il vento che arriva da sinistra. E garantito sarà allo stesso modo lo spettacolo da terra, comodamente seduti al tavolino del bar, immedesimandosi nelle manovre tattiche dei migliori velisti.

Mai sottovalutare il meteo del Lago di Garda!

Regate, allenamenti e uscite in acqua per tutti ma attenzione ai pericoli del lago."Nelle giornate troppo calde c’è sempre da prestare attenzione” avverte Gerard, “il pericolo è quando la pressione si accumula a nord oppure quando le nuvole sopra Limone o sopra il Monte Baldo diventano scure come le montagne; vuol dire che da qualche parte sta piovendo e perfino grandinando, l’abbassamento repentino di temperatura porta una scarica molto violenta di vento che dura 5-10 minuti ma produce danni”

 

Gerard in regata

 

È sconsigliata anche l’uscita in barca in solitaria, sempre meglio avere qualcuno che possa aiutare in caso di difficoltà e se ci si reputa davvero esperti avvisare sempre in ogni caso la sede da dove è prevista l’uscita in acqua.

Vi aspettiamo per allenarvi alla Fraglia Vela Malcesine o sulla linea di partenza di una delle nostre regate di questa stagione 2019 piena di appuntamenti entusiasmanti.

Venite ad appassionarvi alla Vela o se avete qualche dubbio sul meteo o i nostri venti, chiedete pure a Gerard, lo trovate sul piazzale della Fraglia.
A presto!

Regate