[xml][/xml]

Il trofeo Simone è una festa per tutti


ULTIME NEWS

Carlo De Paoli campione Italiano Moth 2020

Carlo De Paoli vince il Campionato Italiano Moth 2020 che si è svolto alla Fraglia Vela Malcesine da ...

Leggi tutto
Assemblea elettiva Fraglia Vela Malcesine 2020

Si è svolta sabato 3 ottobre l'assemblea annuale della Fraglia Vela Malcesine che quest'anno prevede ...

Leggi tutto
Arkadii Kisanov vince l'International Finn Cup 2020

Programma completo per il 17° Trofeo Meoni: sei prove portate a termine per gli oltre 30 finn presen ...

Leggi tutto

PROSSIME REGATE

Campionato Italiano Moth - Balardi Cup - Trofeo Piccolo Hotel

Classe Moth

INFO

Il trofeo Simone è una festa per tutti

di Sandro Lombardi
Ex membro Consiglio Direttivo Fraglia Vela Malcesine

Nell’estate del 1995 c’era in calendario una regata zonale di Optimist, Simone ci aveva appena lasciati e volevamo organizzare un trofeo in sua memoria. Quell’anno 70 bambini hanno partecipato alla prima edizione del Trofeo Simone.

Il Trofeo Simone ha sostituito la Vela d’Argento, la storica regata che mancava in calendario da qualche anno. Il trofeo è cresciuto molto in fretta, conosciuto in tutta Europa è diventato un appuntamento internazionale. Il format oggi prevede tre giorni di gara per un totale di nove regate, per le categorie juniores e cadetti.

Durante il Trofeo Simone viene premiata anche la società vincitrice del Meeting Internazionale degli Ulivi. Il premio viene assegnato sulla base dei risultati del Trofeo Simone e di Ora Cup Ora di Arco.

Dai 70 Optimist della prima edizione, siamo passati a 250, poi a 300 con il record del 2017 che ha visto 395 bambini sfidarsi nelle acque di Malcesine mentre i genitori cercano la postazione migliore per seguire la regata da terra. La spiaggia del circolo in quei giorni si trasforma in una tribuna colma di accaniti tifosi muniti di cannocchiale.

La Società che ottiene il minor punteggio con le tre imbarcazioni meglio classificate nella categoria juniores si porta a casa il nostro bel trofeo che restituirà l’anno dopo. Una targa sul trofeo elenca i nomi dei circoli che dal 1995 si contendono la coppa. 

Il trofeo è una scultura in bronzo dell’artista Pino Castagna e rappresenta la vela di un Optimist che naviga tra le onde. Lo scafo c’è ma non si vede: è il ricordo di Simone che rimane con noi.

Al rientro a terra c’è la consueta frenesia che caratterizza la fine di ogni evento: barche da disarmare, furgoni da caricare, commenti, recriminazioni, l’attesa delle premiazioni ma, soprattutto, il solito entusiasmo di tutti i partecipanti che festeggiano, o si consolano, davanti a pane e Nutella, patatine fritte, angurie e bibite, distribuite dagli instancabili collaboratori della Fraglia Vela Malcesine.

Per l’occasione lo storico e consolidato gruppo di volontari si ritrova per cucinare e distribuire delle buone pastasciutte a tutti i concorrenti.

A seguire una lotteria molto ricca sponsorizzata prima da noi e dai nostri amici, poi dagli sponsor. Al più fortunato spetta un Optimist nuovo di zecca.

Il trofeo Simone è una festa per tutti.
In quei giorni la Fraglia Vela Malcesine fa il pieno di energia grazie alla vitalità di tutti i piccoli timonieri che prendono d’assalto la nostra sede per tre giorni di fila.
Gioventù che mi riempie di orgoglio.